I SOGGETTI

ITALIA NOSTRA ONLUS

Italia Nostra è un’associazione di salvaguardia dei beni culturali, artistici e naturali. Nata a Roma nel 1955, e riconosciuta con decreto presidenziale nel 1958, è una delle più antiche associazioni ambientaliste italiane.

I beni culturali, i centri storici, i parchi archeologici, la pianificazione urbanistica e territoriale, i parchi nazionali, la questione energetica, lo sviluppo sostenibile, la viabilità e i trasporti, l’agricoltura, il mare, le coste, le isole, i musei, le biblioteche, gli archivi storici: questi sono solo alcuni dei capitoli più importanti dell’attività capillare delle oltre 200 Sezioni sparse su tutto il territorio nazionale, spesso sostenuta da una ricerca approfondita e documentata e da una vasta pubblicistica che oggi costituisce un patrimonio unico e insostituibile a disposizione del Paese.

Giorno dopo giorno, l’Associazione prosegue la sua azione di tutela, monitoraggio e progettazione sul territorio grazie all’impegno e alla passione dei suoi soci verso il patrimonio storico-artistico, paesaggistico e ambientale italiano.

CONTATTI

Sede nazionale: Viale Liegi, 33 – 00198 Roma tel. 068537271 – fax. 0685350596 – email italianostra@italianostra.org

                                                      COMUNE DI ROCCAMORICE

Il paese di Roccamorice, all’interno del Parco Nazionale della Majella e della Comunità Montana Majella e Morrone-Zona L, è un piccolo centro di media montagna della provincia di Pescara. Le origini di Roccamorice risalgono intorno all’anno Mille in concomitanza di quella rinnovata fioritura delle attività monastiche e dei sistemi conventuali, già verificatasi intorno all’ VIII secolo e in seguito tra il X e l’XI sec. Il feudo di Roccamorice passò poi a Valignani di Chieti, sino al 1741 quando divenne possedimento della famiglia dei baroni Zambra. Dopo l’abolizione del sistema feudale (1806), il territorio venne diviso in 13 province ripartite in distretti comprendenti comuni retti da sindaco, consiglieri e segretari; da questo momento si verificò l’ascesa delle famiglie signorili De Horatiis e De Angelis. Proprio Teresa De Horatiis fece costruire nel paese una fontana per la fornitura idrica pubblica. Il 28 marzo 1929 Roccamorice fu accorpata al Comune di San Valentino in Abruzzo Citeriore, perdendo così la propria autonomia, riacquistata a partire dal 20 settembre 1946. Roccamorice sorge su un imponente sperone di roccia acuminato a 550 metri s.l.m. contornato dai torrenti Capo La Vena e Launella e si offre ai visitatori come un piccolo borgo montano di impianto medievale. Il borgo, nei secoli, ha subito molteplici rimaneggiamenti, ma sono ancora leggibili le tracce dell’impianto medievale attraverso l’assetto urbanistico e l’imponente Torre trecentesca.

CONTATTI

Via De Horatiis, 1 – 65020 Roccamorice (PE)    tel. 085-8572132 fax 085-8572358   email: comune.roccamorice@tin.it – pec: comune.roccamorice@pec.buffetti.it

 

 RIPA ROSSA Soc. Coop.

Servizi turistici e visite guidate.

Nello specifico, la cooperativa cura le attività di gestione dei beni storico-artistici. Dal luglio del 2015, per conto di Italia Nostra, conduce l’Eremo/Abbazia di Santo Spirito e dal maggio 2016 coordina le visite guidate di San Bartolomeo in Legio e gestisce la Grangia di San Giorgio nel territorio di Roccamorice.

Se siete amanti di escursioni, storia e tradizioni prenotate una visita con i ragazzi della cooperativa. Gentili e preparati!

CONTATTI

Via Piano delle Castagne, – 65020 Roccamorice (PE)  tel. 366 424 9866  email: riparossa.info@gmail.com – pagina FB Abbazia Santo Spirito a Majella

Back to Top